Il ricevimento di nozze: la scelta del menù

Il banchetto è il forse il momento più importante di tutto matrimonio, quello in cui smaltito lo stress della cerimonia, ci si può abbandonare alla gioia pura.

Occorre adoperarsi sin dalla scelta del menù, per renderlo indimenticabile. Compito non sempre facile, poiché è molto difficile che le pietanze scelte siano gradite a tutti gli invitati.
Optate dunque per adattare le scelte ai gusti della maggioranza. Ad esempio, se a prevalere è il numero di invitati anziani, preferite piatti più tradizionali, in linea con le loro aspettative.
La riuscita del banchetto non dipende solo dalla scelta in se delle portate, ma anche dalla loro presentazione: originale e mai banale, capace di esaltare odori e colori, prima ancora di incontrarne il sapore. In modo tale che risultino, da subito, appetitose.
Buffet matrimonio Lecce e provincia
Il primo aspetto da curare è il momento dell’accoglienza degli ospiti: le tendenze più recenti, privilegiano la formula del cocktail di benvenuto, con relativo self-service a buffet (tartine, formaggi, fritture, etc).
Scelta senz’altro consigliata, a patto che il numero di invitati non sia troppo consistente, altrimenti si corre il rischio di creare ressa intorno ai tavoli con gli stuzzichini.
In caso di buffet, non appena ci si sposterà a tavola, il menù potrà tranquillamente partire dai primi con l’eventuale possibilità di inserire un’ulteriore antipasto, servito ai tavoli da personale che dovrà essere educato ma soprattutto istruito a tale, delicato ruolo.
buffet matrimonio salento
Per accontentare tutti gli ospiti, offrite loro una ricca gamma di sapori, evitando di risultare ripetitivi. Così, se il menù prevede più primi e più secondi, alternate un piatto di pasta ad un risotto, un secondo di carne con uno a base di pesce.
Assicuratevi che le porzioni non siano eccessivamente abbondanti, affinché gli ospiti riescano ad assaporare la bontà di tutte le portate fino in fondo.
Una delicatezza sempre ben apprezzata può essere quella di intervallare il secondo di pesce dal secondo di carne, con un sorbetto al limone. Ripulisce il palato, predisponendolo a gustare al meglio il nuovo sapore in arrivo, così diverso dal precedente.
buffet dolci Lecce Informate preventivamente gli organizzatori, se tra gli ospiti vi sono persone che presentano particolari criticità: diabetici, celiaci, intolleranti al lattosio, etc. Affinché, per loro, venga opportunamente approntato un menù alternativo, ugualmente gustoso e invitante.Massima attenzione nella scelta dei vini. Preferibilmente più leggeri per accompagnare antipasti e primi piatti, più corposi per i secondi, dolci e spumeggianti per il dessert.
Quest’ultimo, recentemente, sta offrendo una moltitudine di alternative alla classica torta nuziale: si va dalla fonduta di cioccolato con fragole o altra frutta di stagioni, al buffet di dolci (anche qui, però, attenzione al numero di invitati), passando per le mousse o altri dessert di piccole dimensioni, serviti direttamente in tavola agli ospiti.