Il guestbook: idee creative

13 marzo 2016
Nessun commento
Molte sono al giorno d’oggi le incombenze durante il giorno “più bello”, alcune sono retaggio della tradizione antica e vanno tramandate da madre a figlia, altre sono importate dalle culture anglo sassone e americana, tutte però allietano il giorno del matrimonio e hanno la funzione di lasciare un ricordo stupendo nella vita futura della coppia. Una di queste abitudini, si sta prepotentemente imponendo durante l’organizzazione del matrimonio, essa è la redazione del cosiddetto “guestbook matrimoniale“.

Il Guestbook: il libro degli ospiti.

Il guestbook, ha la funzione di permettere agli invitati di lasciare una dedica agli sposi, di solito il pensiero è personale è viene apposto su un libro lasciato in prossimità della sala dove si tiene il ricevimento, il galateo matrimoniale non si esprime sulla grandezza del volume, che per questo può essere soggetto ai gusti della coppia. A volte il volume può essere “dinamico”, esso invece di essere lasciato su un leggio adeguatamente predisposto, può essere fatto girare per i tavoli. Di solito se si sceglie quest’ultima modalità il compito di trasportare il volume da un tavolo all’altro, è demandato a un invitato molto vicino agli sposi, non di rado i testimoni di nozze.

La peculiarità del libro degli ospiti.

La particolarità del guestbook è di conservare il ricordo di uno dei giorni più belli della coppia, in questa situazione l’importanza maggiore è il pensiero lasciato dagli ospiti, l’unica caratteristica che perciò il libro degli ospiti deve soddisfare, è quella di permettere la creatività degli invitati. Per il resto solo la fantasia può limitare la scelta di questa nuova tradizione, una tradizione che come tutte servono a rendere indimenticabile un giorno speciale, vissuto insieme agli amici più cari.

Guestbook_idee Idee creative per il guestbook

Essendo un’usanza relativamente giovane, il guestbook è soggetto a variazioni che rispecchiano il gusto della coppia. I più romantici preferiranno un volume classico, in questo caso non sarà difficile recepirlo direttamente dal fotografo che si occupa di immortalare l’evento. Se si sceglie qualcosa di più originale è solo la fantasia a fare da freno. C’e’ chi opta per una gigantografia fotografica degli sposi su cui apporre le firme, chi su bigliettini che poi troveranno alloggiamento in una bottiglia, chi ancora su un cartina geografica o un mappamondo dove dar sfogo a pensieri “geograficamente” lontani. Molto gettonate anche le firme apposte su uno specchio, (che poi sarà ricoperto da una vernice protettiva ed esposta nella casa dei novelli sposi) o sui testi delle canzoni preferiti delle coppie, alcuni si spingono persino a richiedere le firme degli ospiti sui vecchi dischi in vinile, essi poi saranno usati come complemento d’arredo nell’appartamento dei novelli sposi.

matrimonio_mare

mont1r0